20/09/2013 

Nata nel 2009, la certificazione ENplus riservata ai produttori e rivenditori di pellet ha avuto un grande successo. Circa il 95% dei produttori di pellet tedeschi adottano i severi parametri di questa certificazione. L’Istituto tedesco del pellet (DEPI) stima che ca. la metà del pellet in commercio porta questo sigillo di qualità. 26 produttori e 75 rivenditori con più di 200 punti vendita offrono questo pellet di qualità.

Pellet di qualità grazie a ENplus

La certificazione ENplus si è affermata in Europa come sinonimo di produzione e commercializzazione di pellet di qualità. Adesso in Germania è stato certificato il 100° possessore di ENplus. Si può provare la provenienza dei pellet grazie al numero d’identificazione di ogni produttore e rivenditore. “Con ENplus si può dimostrare grazie a un codice lo standard qualitativo del pellet, dalla produzione alla consegna presso il cliente finale. Il successo della certificazione ENplus in così poco tempo mostra il valore che ha il controllo della qualità presso i produttori, i rivenditori e i compratori di pellet”, dice Bentele, il direttore del DEPI.

 

 

L’approvigionamento è un criterio di qualità decisivo

Per aumentare gli standard qualitativi in futuro il DEPI chiederà mensilmente ai rivenditori i dati sull’”approvigiuonamento”. “I rivenditori ENplus non devono adempiere solamente ai criteri qualitativi sulla consegna, bensì assicurare anche le scorte per l’approvigionamento”, sottolinea Bentele. In quanto anche un breve tragitto dal rivenditore al privato è decisivo per pellet qualitativi.

Direttive nell’immagazinamento

La funzionalità dell’immagazinamento pellet presso il privato è un fattore importante: solo se sono rispettate le direttive meccaniche e fisiche si può garantire la sicurezza dello stoccaggio e la qualità del pellet. Un nuovo opuscolo del DEPV, in commercio dal settembre 2013, contiene tutte le direttive.

Grazie a ENplus il consumatore è tutelato in tutto il mondo

Grazie all’internazionalizzazione del commercio del pellet, con ENplus si può comparare la qualità del pellet in tutto il mondo. Ad esempio la Germania, che è sì un paese esportatore di pellet, ha avuto un aumento dell’import nell’ultimo anno del 22%. “Per offrire al privato una qualità garantita e quindi un perfetto funzionamento dell’impianto di riscaldamento, abbiamo con ENplus un sistema di certificazione internazionale”, dice Bentele.

La qualità rende attrativo il consumo

Giá in 10 nazioni europee e in Canada è utilizzata la certificaziobe ENplus. “La qualità del pellet garantita da ENplus è sicuramente un aspetto fondamentale per cui il riscaldamento del pellet è così amato in Germania”. dichiara Bentele. “E a livello internazionale la Germania ha un ruolo fondamentale nel controllo della qualità”.

„Vogliamo ancora crescere con ENplus!“

Come sfida futura si presentano soprattutto i crescenti mercati internazionali e le risultanti richieste di qualità.